Ristrutturare il condominio a Roma grazie a ponteggi allarmati

Se hai necessità di effettuare opere di ristrutturazione di un condominio a Roma, l’impresa Edilroma srls è la soluzione ideale.

I servizi offerti

Grazie all’ampio parco macchine e al gran numero di mezzi e attrezzature, avrai la garanzia di ottenere un lavoro veloce, risparmiando e ottimizzando i costi.
L’impresa è specializzata nella messa in posa di diversi tipi di ponteggi, per adattarsi ad ogni richiesta del cliente.

Verrà valutata la soluzione migliore nel tuo caso particolare, e realizzato un preventivo gratuito, in base al lavoro da svolgere.
Nelle grandi opere di rifacimento facciate, o nella ristrutturazione di tetti e cornicioni, la scelta più idonea ricade sui ponteggi tradizionali, nel rispetto delle normative vigenti.

Per interventi ad altezze elevate, come migliorie e riparazioni a balconi e terrazzi, potrai invece decidere di affidarti ai ponteggi elettrici autosollevanti, che ti permetteranno di risparmiare sul costo finale e di avere la consegna in tempi più brevi. Questi particolari sistemi, infatti, dimezzano i tempi di installazione e smontaggio del cantiere, oltre ad essere meno ingombranti e visivamente poco invasivi.

I rischi dei ponteggi

Come saprai il posizionamento di un ponteggio può risultare un rischio, agevolando l’intrusione di ladri e malintenzionati nel condominio.
La Edilroma srls si impegna a garantire la sicurezza di tutti gli abitanti del palazzo, per evitare ogni tipo di disagio durante il periodo di svolgimento dei lavori.

Quando si opera in grandi cantieri è difficile controllare tutti i dipendenti, soprattutto se intervengono più figure professionali diverse. Per ovviare al problema, tutti gli operai e gli addetti che prendono parte al cantiere, sono identificabili attraverso l’utilizzo di badge di riconoscimento, per scoraggiare qualsiasi tentativo di ingresso da parte di estranei durante l’orario di lavoro.

La struttura è predisposta di un adeguato impianto di illuminazione, con partenze a tempo, e sistemi di videosorveglianza su tutte le impalcature, programmati da tecnici specifici.

Il personale è qualificato e adeguatamente formato per verificare e chiudere eventuali passaggi aperti al termine dell’orario di lavoro, e per rimuovere scale e altre rampe mobili che potrebbero facilitare la via di accesso ai ladri.

I ponteggi allarmati

I nostri ponteggi sono inoltre forniti di efficienti impianti di allarme.
Questi metodi assicurano la massima funzionalità, senza rischi di false partenze, che potrebbero essere dovute, ad esempio, all’apertura di una finestra o ad una raffica di vento.

Funzionano grazie a sensori bidirezionali con sistema anti-arrampicamento, registrando sia le vibrazioni del ponteggio, sia le variazioni di peso sulle strutture
Entrano in funzione solo quando c’è una concomitanza di questi due fattori, che possono essere riconducibili solo al passaggio di qualcuno sulle impalcature.
L’allarme si attiva con un potente segnale sonoro e luminoso, che già di per sé è un deterrente all’intrusione, spingendo il malvivente alla fuga.

L’impianto è dotato di numerosi moduli secondari collegabili tra loro attraverso rete wireless, per garantire la copertura dell’Intero cantiere, e la possibilità di adattarsi velocemente ad ogni cambiamento possa essere fatto durante le fasi lavorative.

I ponteggi allarmati ti faranno vivere con più tranquillità il momento già di per sé stressante dei lavori al tuo condominio.
Sono realizzati per seguire tutte le indicazioni delle leggi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, deresponsabilizzando sia l’impresa che il commissionante dei lavori in caso di inconvenienti.
Le ultime sentenze hanno infatti attribuito agli amministratori, che avevano rifiutato i sistemi di allarme dei ponteggi, la responsabilità dei danni subiti dalle vittime.

Contatti

La Edilroma srls si trova a Roma ma opera in tutta Italia.
È possibile contattare l’azienda ed avere una panoramica dei servizi e dei lavori svolti sul sito www.edilromasrls.it

fumare non aiuta gli sportivi

Il fumo, come ormai noto a tutti da anni, è una delle principali cause di malattie a danno dei polmoni e di tutto il sistema respiratorio.

Diventa, perciò, fondamentale evitare questo tipo di cattiva abitudine in qualsiasi circostanza, ma doppiamente dovrebbero fare attenzione gli sportivi .

I danni per coloro che praticano abitualmente sport potrebbero essere notevoli e soprattutto diventare gravosi per le prestazioni. Ti consigliamo di leggere tutti i rimedi per la salute perché oltre al fumare ci sono altri errori che commetti.

Stando a dei recenti studi che sono stati effettuati, sembra che una persona di 30 anni che fuma abitualmente possa avere gli stessi standard di corsa di una di 42.

Un dato decisamente allarmante è quello relativo al netto calo delle prestazioni polmonari e respiratorie in soggetti che fanno sport e che abitualmente fumano.

Nicotina e monossido di carbonio sono le sostanze a cui bisogna fare notevolmente attenzione e che possono ridurre drasticamente il livello delle prestazioni di chi è abituato a fare sport.

Gli effetti sono uguali sia nei dilettanti sia nei professionisti con conseguenze più rilevanti soprattutto in chi non ha un grosso allenamento sul proprio organismo. Basti pensare che la nicotina è una sostanza che riduce la portata dei vasi sanguigni e determina un netto aumento della pressione.

Il che si traduce in un netto danno generale per l’organismo, oltre che prestazioni evidentemente ridotte in persone che fanno sport.

La nicotina non favorisce la concentrazione dell’atleta oltre all’agilità, per cui è facile capire che chi fuma non potrà certo contare su prestazioni di un certo livello.
Il problema principale è quello del monossido di carbonio, una sostanza che viene prodotta con la combustione della sigaretta.

Questa sostanza si lega alla mioglobina, per cui riduce l’apporto di ossigeno a livello sanguigno: è noto come il corretto ricambio di ossigeno è alla base del funzionamento dei muscoli.

Diminuisce nettamente anche il flusso di sangue che giunge ai muscoli e al cervello e le conseguenze possono essere disastrose per chi pratica sport a livelli elevati: infatti il calo delle prestazioni è immediato e si va facilmente in affaticamento.

Senza dimenticare l’impatto notevole a livello del sistema cardiocircolatorio che soffre enormemente nell’organismo di un fumatore. Il fumo, infatti, causa evidenti problemi di respirazione riducendo l’apporto di ossigeno e la ventilazione polmonare.

Gli effetti del fumo sulle persone che abitualmente praticano sport non sono solo a breve termine, ma anche a lungo termine.

Soprattutto a livello del sistema cardiovascolare si hanno delle conseguenze particolarmente evidenti, così come bisogna fare attenzione alla possibilità di contrarre il cancro al polmone.

Aumenta anche la tosse e quindi i disturbi respiratori che alterano la corretta ventilazione: in un atleta è fondamentale avere un ricambio di ossigeno continuo così da poter avere sempre la giusta energia per respirare e per non sovraccaricare i propri muscoli corporei.

Il miglior regalo per uan festa di laurea

Il miglior regalo per una festa di laurea

Finalmente il giorno della laurea per un amico o per un parente è arrivato. Finalmente smetterà di lamentarsi di esami e professori. Con questo traguardo è arrivato anche il momento di pensare al regalo di laurea.
Questa esperienza per un gruppo di amici, colleghi o parenti, può rivelarsi un’esperienza dura, poiché mettere d’accordo diversi pareri fino alla raccolta del denaro necessario ad acquistare il dono, può davvero rivelarsi impegnativo.
Fino alla formazione del gruzzolo di denaro, gli ideatori o gli autori materiali del regalo dovranno essere in grado di sapere o almeno capire cosa desidera il laureato, onde evitare che si stampi sul suo volto un’espressione delusa allo scarto del pacco regalo. Pertanto, seguire qualche consiglio per la scelta, può rivelarsi utile.
In primo luogo è bene stabilire un budget tra i partecipanti al regalo, capire i gusti del festeggiato, fare attenzione ai regali cosiddetti “fotocopia” e infine preparare un biglietto d’auguri.

Quale regalo scegliere per un laureato

    • Un viaggio. Viaggiare rende sempre tutti un po’ più felici, si sa. Per questa ragione regalare ad un neo laureato un viaggio, di qualche giorno o di una settimana, lo renderà sicuramente felice. Ci sono tante idee regalo in questo campo, così come le destinazioni. È importante scegliere la soluzione migliore, consultandosi con chi lo conosce bene e sa quale meta desideri visitare il laureato. Attenzione a non regalare delle smart box. Per quanto possano essere facili e veloci da trovare ed acquistare, questo potrebbe rivelarsi un regalo senza alcuna personalità.
      È bene anche regalare un viaggio che gli resti impresso per tutta la vita, cercando di incastrare i suoi impegni con le date selezionate.
    • Si potrebbe anche optare per un oggetto prezioso o importante. Che si tratti di una borsa da ufficio di una certa firma che sia “evergreen” o di una penna preziosa, non conta molto. Conta piuttosto puntare ad un regalo che sia classico e che resti al laureato per il maggior tempo possibile.
      Il messaggio che si vorrebbe dare al laureato con questa scelta è che entra ormai nel mondo del lavoro e quindi sta crescendo. Per questa ragione dovrà iniziare a circondarsi di oggetti duraturi nel tempo.
    • Regalare un gioiello per la laurea è pur sempre un regalo prezioso ma non può essere alla portata di tutti. Si può anche optare per qualcosa di meno costoso ma che resti un simbolo di questo momento importante. Per questa ragione, scegliere un gioiello che abbia prezzi variabili può comunque aiutare ad adempiere allo scopo di regalare qualcosa di simbolico e duraturo nel tempo, salvo imprevisti. Anche in questo caso mai puntare sui gioielli di moda ma sui classici. Regalare un gioiello prezioso per la laurea, è più che altro un gesto simbolico in ricordo di questo momento importante.
    • Se il laureato avrà una spiccata passione per l’arte, si potrebbe puntare ad un’opera di qualche artista esordiente, che oltre ad essere un gesto simbolico, può anche diventare un futuro complemento d’arredo per la casa.
    • Regalare qualcosa di utile se il laureato prevede un trasferimento fuori città o all’estero. In questo caso regalare qualcosa che gli possa servire, potrebbe essere una giusta soluzione per fare bella figura. Ad esempio, si potrebbe optare per un televisore di ultima generazione o un nuovo computer. Regalare qualcosa che occorra serve anche a far capire che il laureato viene ascoltato quando esprime un bisogno. Attenzione a non regalare inutili oggetti che possano sembrare utili ma magari per lui non lo sono, come uno spremi agrumi.

Alcuni consigli utili per evitare delusioni al laureato

Per evitare facce scontente del laureato ed altre situazioni imbarazzanti o doppioni, sarà necessario accordarsi con altri gruppi di invitati e parenti per capire che regalo scegliere. Soprattutto è bene evitare di regalare a tutti costi oggetti firmati. Questi potranno essere si preziosi in termini di costo, ma di scarsa manifattura, pertanto potranno deteriorarsi in poco tempo. Evitare di regalare oggetti di tendenza che potrebbero essere in breve tempo accantonati. Così come regalare degli oggetti assemblati senza alcun senso potrebbe essere sintomo di un regalo elaborato in ultimo, senza alcun criterio. Sarà bene infine, distinguere cosa è utile da ciò che è necessario, basandosi magari su una richiesta specifica che il laureato possa aver fatto.

La Calabria un paradiso da scoprire

La Calabria è una regione conosciuta perlopiù per le sue incantevoli spiagge, ma è anche una terra ricca di tradizioni, storia e cultura tutta da scoprire.
Uno dei luoghi più affascinanti e incantevoli della Calabria si trova nella zona settentrionale della regione ed è il Parco Nazionale della Sila, una spettacolare riserva naturale dove trascorrere momenti di relax immersi completamente nella natura. Il Parco Nazionale della Sila si estende per circa 600 km con ben 66 sentieri tracciati; la Sila è nota per le sue foreste di latifoglie, i suoi altipiani e le sue imponenti montagne dalle cime perennemente innevate.

Il Parco è ricco di flora e di fauna, ed è particolarmente famoso per la presenza del lupo silano, una specie selvaggia che si ritrova solo in questi altipiani. All’interno del Parco della Sila vi sono anche tantissimi musei che raccontano la storia e le tradizioni dell’incantevole regione calabrese: il Museo della Civiltà agrosilvopastorale, delle Arti e delle Tradizioni, il Museo dell’Olio di oliva e della Civiltà contadina e il Museo della Biodiversità. La bellezza del Parco è stata rivalutata dal Fai (Fondo Ambiente Italiano) che protegge e preserva un bosco ultracentenario con 60 esemplari di larici e aceri alti fino a 45 metri. Per ristorarsi durante le camminate all’interno del Parco sono a disposizione dei visitatori diverse aree pic-nic attrezzate anche con dei divertenti giochi per bambini.
La Calabria è conosciuta in tutto il mondo per i suoi celeberrimi Bronzi di Riace, due sculture di mirabile fascino che furono recuperate nel 1972 sui fondali del mar Ionio da un giovane sub- Le statue dei Bronzi di Riace si trovano all’interno del Museo nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, dove sono conservati altri reperti risalenti all’epoca greca.

La città di Reggio Calabria non soltanto è conosciuta per i suoi Bronzi ma anche per lo spettacolare Castello Aragonese, un’antica fortezza costruita nel 536 che è diventata nel 1956 la sede dell’Osservatorio dell’Istituto Nazionale di Geofisica.
Per continuare la scoperta della misteriosa Calabria, a pochi km da Reggio Calabria si trova il caratteristico paesino di Scilla, un piccolo borgo di pescatori arroccato su un promontorio molto apprezzato dai turisti per le sue spiagge dorate e il mare cristallino.

Sempre nella provincia di Reggio Calabria è situata Stilo, meglio conosciuta come la “Città del Sole”, un appellativo dovuto al suo celebre cittadino, Tommaso Campanella che nacque in questo paesino nel lontano 1568. Il borgo di Scilo merita assolutamente una visita per il suo centro storico costruito in perfetto stile medievale e per la stupenda Cattedrale di Stilo, unico esempio della regione di arte bizantina. Per godere appieno della bellezza e del fascino della regione, dovete assolutamente soggiornare in uno dei rinomati ed esclusivi villaggi in Calabria, strutture ricettive dotate di tutti i confort per un soggiorno all’insegna del relax e della buona cucina.

Un luogo magico e tutto da scoprire è posto sulla costa ionica della Calabria in provincia di Crotone, il comune di Isola Capo Rizzuto, un paradiso per chi ama l’arte e le spiagge. A soli dieci km da Isola Capo Rizzuto, nella frazione delle Le Castella si può ammirare un antico Castello che affonda le sue fondamenta direttamente nel mare.

Il Castello è un’antica fortezza aragonese completamente ristrutturata dove si svolgono durante la stagione estiva concerti, rassegne cinematografiche, manifestazioni enogastronomiche e tanti altri eventi.

La spiaggia delle Le Catella è una delle più apprezzate dai turisti, per la sua sabbia dorata, il suo mare color turchese e la sua rigogliosa e fitta vegetazione mediterranea.
Per finire il viaggio on the road nella meravigliosa Calabria, non si può non sostare in uno dei tantissimi ristoranti lungo la costa dove servono del pesce freschissimo e saporito, ma se volete conoscere la vera anima culinaria della Calabria bisogna spostarsi nell’entroterra e desinare in una trattoria tradizionale.

Il protagonista assoluto della cucina calabrese è il peperoncino, usato in quasi tutte le ricette tradizionali della regione, ma non solo basti ricordare la famosa cipolla di Tropea e la nduia: un salame spalmabile molto piccante da gustare su una fetta di pane abbrustolito condito con olio extra vergine di oliva delle campagne calabresi.

Da provare assolutamente in Calabria le paste fatte in casa dalle sapienti mani delle donne calabresi: strozzapreti, gnocchetti e stranguggi conditi con ragù di carne o con pesce fresco.

aste online sicure

Come vincere un iphone sulle aste online

Volete aggiudicarvi un iphone in un’asta on line, ma non sapete come fare?

Bastano poche semplice mosse per battere i giocatori concorrenti e portarsi a casa un melafonino ad un prezzo vantaggioso.

Ecco un breve approfondimento su come vincere un iphone sulle aste online.

 

Cosa sono le aste on line e come funzionano

 

Le aste on line sono vendite all’incanto che si svolgono su internet: normalmente bisogna iscriversi al sito internet per partecipare alla vendita, che si svolge a suon di rilanci.

Vince l’asta on line chi offre il maggior rialzo.

I prodotti in vendita nelle aste on line vanno dagli elettrodomestici alla tecnologia, passando per abiti, automobili, gadget e accessori di qualunque genere.

Uno dei prodotti più venduti nelle aste on line sono gli iphone: è possibile vincere un iphone sulle aste online a prezzi molto più bassi rispetto a quelli di mercato.

Servono strategia, calma e un pizzico di studio per aggiudicarseli con sconti fino all’80%.

 

Strategie per vincere un iphone sulle aste online

 

Per vincere un iphone sulle aste online bisogna elaborare una strategia di gioco: tutto si decide in pochi minuti di vendita all’incanto, per cui è necessario studiare le offerte e comparare più siti prima di entrare nella fase dei rilanci.

Ecco una serie di suggerimenti su come vincere un iphone sulle aste online.

 

  1. Studiare l’asta on line

asta iphone 6 plusDovete scegliere l’asta on line più adatta alle vostre esigenze: spesso le aste on line dove si vince un iphone durano diversi giorni. Prima di partecipare, guardate con attenzione i termini dell’offerta, valutando la durata, i costi di rilancio, le spese di spedizione, il numero massimo di partecipanti, il tipo di puntate. Scegliete aste su siti affidabili, controllati, che garantiscano sicurezza e puntate sulle aste che durano almeno due o tre giorni, fondamentali per aggiudicarsi l’iphone.

 

  1. Studiare i prezzi

Valutate i prezzi dell’asta on line per vincere l’iphone: verificate se esiste un prezzo di riserva, studiate il prezzo di partenza del venditore, facendo attenzione al caso in cui sia troppo basso. Le anomalie nei prezzi potrebbero nascondere una truffa

 

  1. Studiare i rilanci

Nelle aste on line per aggiudicarsi un iphone è fondamentale capire il meccanismo delle puntate: i rilanci al centesimo non sono indicati visto che il costo di un melafonino si aggira almeno intorno ai 700 euro. Preferite aste che offrano puntate di almeno 50 centesimi e scegliete siti che vi garantiscano di poter acquistare pacchetti di rilanci ancora prima di iscrivervi all’asta: in questo modo guadagnerete tempo prezioso sugli altri giocatori. Attenzione ai costi dei rilanci: qualche volta per le puntate ci sono costi da sostenere, evitate questa formula di asta.

 

  1. Il numero di giocatori e la provenienza

Provate a scoprire quanti giocatori sono iscritti alle aste per vincere gli iphone e la loro provenienza: studiare gli avversari è utile per anticipare le loro mosse e aumentare le vostre chance di aggiudicarvi il cellulare a un prezzo conveniente.

 

  1. App e programmi

Se il sito di aste on line ve lo consente, scaricate le app: in questo modo potrete rilanciare e puntare anche da cellulare.

 

Fonte: Bidoo.com

Fontanotshop

La scala su misura online: una soluzione perfetta che si configura in pochi minuti

Il potere decorativo di una scala

L’importanza di una scala che si armonizzi con il resto dell’abitazione
Tra tutti gli elementi d’arredo che è possibile scegliere per la propria abitazione le scale rappresentano senz’altro quelli che più sono in grado di decorare e abbellire una casa: le rampe posizionate all’esterno, soprattutto se di design dovranno armonizzarsi con la struttura dell’edificio. Quelle interne, invece, possono rappresentare facilmente il punto focale della casa, quello su cui più si soffermerà lo sguardo del visitatore. A questa funzione puramente estetica va affiancata ovviamente l’utilità di queste strutture. Continue reading

Oroscopo della settimana Sky Tg24

Segni che vanno forte e sette giorni da dimenticare secondo oroscopo della settimana 18-24 settembre

Questa settimana l’oroscopo potrebbe essere visto con occhi completamente differenti dai diversi segni zodiacali, dato che diversi gruppi dovranno affrontare situazioni completamente opposte nel corso della settimana 18/24 settembre.

L’oroscopo della settimana per i segni non fortunati

Diverse nubi si sono palesate nella settimana dal 18 al 24 settembre per ben 3 segni dello zodiaco, ovvero Toro, Leone e Bilancia.

Un triangolo di segni zodiacali che nell’oroscopo della settimana dovrà affrontare parecchie situazioni famigliari molto tese: le persone nate sotto questo segno farebbero bene ad evitare scontri tra loro visto che vecchi rancori potrebbero tornare ad essere presenti e scontri quasi epici possono nascere anche da un piccolo errore.

Segno della Vergine che invece, nell‘oroscopo di questa settimana del mese di settembre, si trova quasi suddiviso su due fronti opposti: trovare una soluzione che possa evitare complicazioni sarà molto difficile soprattutto se questo segno si imbatte in uno dei tre precedentemente descritti.
Pesci che invece vivranno una settimana quasi monotona senza grossi cambiamenti salvo qualche imprevisto che sarà in grado di rivoluzionare completamente questi prossimi 7 giorni.

Il segno dell’Acquario e Capricorno si troveranno invece a doversi rimettere in gioco, soprattutto nell’ambito lavorativo, che diventerà maggiormente complesso a causa anche di pochi cambiamenti e di un atteggiamento a volte assente.

Una settimana quindi abbastanza complessa per questi segni zodiacali che dovranno fare tutto il possibile per evitare di complicare ulteriormente la situazione.

L’oroscopo della settimana vincente per gli altri segni

Se su un fronte questa settimana deve essere completamente scordata, visto che diversi segni zodiacali non vivranno dei momenti piacevoli e semplici da affrontare, per i restanti 5 segni l’oroscopo previsto per la settimana di settembre dal 18 al 24 si presenta in maniera opposta.

Grande rispolvero per il segno del Cancro soprattutto nell’ambito lavorativo: dopo diversi mesi trascorsi tra insicurezze varie e timori di perdere tutto, questo segno sarà in grado di conquistare nuovamente la sua posizione nell’ambito lavorativo.

Inoltre sono previste anche diverse affermazioni in diversi ambiti: stesso discorso per quanto riguarda il segno dello Scorpione, che riuscirà a contraddistinguersi nell’ambito lavorativo mentre quello dell’Ariete troverà tutte le risposte che cerca nella sfera emotiva, tralasciando quei problemi passati che avevano particolarmente condizionato questo segno.

L’oroscopo della settimana sarà invece maggiormente lineare per quanto riguarda gli altri 2 segni dello zodiaco: per Gemelli si parla di 7 giorni che potrebbero sembrare abbastanza lunghi ma che saranno privi di situazioni tutt’altro che semplici da vivere.

Sagittario che sarà tranquillo questa settimana ed allo stesso tempo potrà affrontare ogni problema con uno spirito nuovo e ricco di vita: quella sensazione di poca voglia di reagire è solo un momento da dimenticare appartenente al recente passato.

Settimana dunque classica che lascia spazio ad una successiva che potrà offrire diversi spunti interessanti ai 12 segni zodiacali.

Quando rivolgersi a un’agenzia investigativa in caso di sospetto tradimento

Generalmente quando si inizia a sospettare della possibilità di essere traditi, il primo istinto è di indagare autonomamente, magari utilizzando le tante nuove tecnologie messe a disposizione negli spyshop, per pedinare il partner, inseguirlo, oppure informarsi sulle diverse intercettazioni telefoniche.

Purtroppo però la legge sulla privacy ha regole particolarmente rigide e la violazione di alcune di esse rischia di portare la vittima di infedeltà coniugale dalla ragione al torto. In questi casi allora, piuttosto che farsi giustizia da soli, potrebbe essere consigliabile rivolgersi ad un investigatore privato o ad un’agenzia investigativa, per affidarsi a specialisti che hanno intuito, sanno come muoversi e conoscono tutte le leggi da rispettare.

Quello che bisogna considerare è che rivolgendosi ad un’agenzia investigativa non solo si può scoprire la verità, ma si può anche entrare in possesso di prove certe da utilizzare nelle sedi giudiziarie. Per essere impugnate, tali prove devono avere valore legale, ecco spiegato perché è necessario un professionista: non si può investigare su chiunque, e soprattutto le indagini vanno condotte entro certi limiti. Attualmente molti casi di tradimento sono archiviati come effetti della cultura contemporanea, ma portando in tribunale prove inconfutabili le vittime possono costituirsi parte lesa e pretendere il risarcimento dei danni causati dal compagno infedele.

Esistono diversi tipi di infedeltà: c’è l’infedele compulsivo, quello che cerca trofei da esibire, chi ha amanti storici, qualcuno che tradisce per noia o per vendicarsi o che semplicemente ama concedersi qualche scappatella. In generale, non c’è una regola per capire quando rivolgersi a un’agenzia investigativa in caso di sospetto tradimento; è consigliabile chiedere l’aiuto di un professionista quando si hanno buoni motivi per credere che il tradimento sia ormai un’abitudine. In tali situazioni non si può subire la situazione in maniera passiva e aspettare che cambi qualcosa, in particolare se il partner diventa prepotente e aggressivo.

In base al tipo di lavoro richiesto le indagini investigative possono avere diverse durate, chiaramente la prestazione durerà finché non si troveranno prove tangibili dell’infedeltà coniugale. Per situazioni complicate a volte possono essere necessari addirittura alcuni mesi, ma non necessariamente l’indagine deve continuare ogni giorno o impiegare l’intera giornata. Si potrebbe pure valutare la possibilità di interrompere le indagini ad un certo punto e riprenderle dopo del tempo, a seconda delle abitudini o dell’identikit del traditore.

Un’agenzia davvero molto quotata è la P and P Investigazioni SRL, a Milano. La P and P Investigazioni è specializzata in indagini private e aziendali, civili e penali ed è abilitata all’attività su tutto il territorio nazionale. Per i lavori privati garantisce la tutela del Diritto di Famiglia, quindi non si occupa solo di investigazioni pre-matrimoniali o matrimoniali, ma anche della determinazione di eventuali assegni per il mantenimento e di casi di affidamento dei minori.

Può tenere sotto osservazione i figli e i giovani della famiglia, fare chiarezza su casi di pedofilia e stalking, rintracciare le cause di presunti comportamenti devianti dei figli e dei partner, dal momento che la serenità familiare è per legge un diritto e la sua alterazione per azione o volontà di uno dei due coniugi è un reato perseguibile penalmente, se debitamente dimostrato in tribunale.

Come scoprire un tradimento

tradimentoSebbene i partner infedeli siano spesso dotati di profonda furbizia e creino ricercati stratagemmi per non farsi scoprire o non generare sospetti, esistono da sempre dei chiari segnali che fungono da campanello d’allarme. Una delle prime cose che è possibile constatare è il calo del desiderio sessuale, dal momento che l’oggetto del desiderio del traditore cambia parzialmente o completamente. Può capitare che avvenga qualche variazione del look, un diverso taglio di capelli, del trucco, l’uso di vestiti più eleganti o raffinati, anche se non sempre questo è un segno di infedeltà coniugale. Per quanto chi tradisce cerchi di non cambiare le proprie abitudini e la routine, si fanno sempre più frequenti le riunioni di lavoro impreviste, i pranzi o le cene con colleghi, le feste con i vecchi amici. Ogni occasione diventa buona per allontanarsi da casa.

La diffusione della connessione ha permesso la nascita di tanti modi per tenersi in contatto con un amante, ma ha al tempo stesso aumentato le possibilità di scoprire il tradimento. Si può sbirciare il telefono del compagno, alla ricerca di messaggi ambigui o di determinate conversazioni su WhatsApp, si possono tenere d’occhio le email o i Social Network e magari scoprire la creazione di qualche account falso. C’è da stare molto attenti, in quanto queste forme di controllo possono essere un’arma a doppio taglio, che potrebbe far insorgere paranoie inutili e andare ad incrinare rapporti in realtà solidi e puri.

Anche per evitare il rischio di esagerare con la gelosia, è consigliabile rivolgersi ad un’agenzia investigativa, per avere il parere di una persona con più esperienza e, soprattutto, più obiettiva sulla questione. Nel corso degli anni gli stessi investigatori hanno modificato il loro modo di condurre le indagini, seguendo l’evoluzione della tecnologia e dotandosi di strumentazioni molto sofisticate. Un tempo si cercava di risalire alle abitudini della persona pedinata interrogando i proprietari dei negozi frequentati dal sospettato, o parlando con i suoi amici; gli spostamenti erano tenuti sotto controllo con inseguimenti a distanza, usando macchine diverse, per non destare sospetti.

Oggi è tutto più semplice: l’investigatore sa sfruttare innanzitutto ogni informazione che si può ricavare su internet, dal momento che persino il dettaglio più piccolo e insospettabile potrebbe servire a smascherare il presunto traditore, gli investigatori privati sanno bene che, come avviene per i crimini, il tradimento perfetto non esiste. Ad esempio, la cronologia degli accessi su WhatsApp dà molte informazioni utili. Un’altra attrezzatura fondamentale, diffusasi negli ultimi anni, è il GPS, che rende i pedinamenti molto più comodi e facili da scoprire: ormai non servono appostamenti e giornate perse a seguire il sospettato, è possibile controllare in ogni momento dove si trova una persona, rimanendo comodamente alla propria scrivania e portando avanti altro lavoro, per velocizzare le pratiche.

voglio dimagrire

Se solo penso a quanto nella mia adolescenza sono stata magra, mi viene la lacrimuccia sul viso. Certe volte mi guardo allo specchio la mattina, metre prendo i vestiti per recarmi a lavoro e penso fra me e me: Ma come ci sono riuscita?

Certo lo so che con il tepo e l’avanzare dell’età il nostro corpo cambia, subisce dei mutamenti specialmente dopo la gravidanza, però se è vero che moltissime donne accusano questi problemi, è anche vero che altrettante moltissime mie coetanee il problema non sanno nemmeno che esiste.

Durante l’estate sfoggiano quelle pance un po segnate dal tempo ma perfettamente piatte e degne di essre guardate da ogni maschietto presente in spiaggia.

Certo non voglio assolutamente dire che non vengo guardata quando sono in costume al mare, ma mi rendo conto di quante differenza c’è fra la me di adesso e la me di 14 kg fa.

Adesso tutto è un po più rotondo e ogni giorno che passa dico a me stessa che dovrei iniziare la dieta ma non lo faccio mai. Mi armo di buoni propositi e nient’altro perché l’indomani non è mai il giorno giusto per iniziare la dieta cavolo quanto vorrei farla.

Ho iniziato anche lo sport, infatti da una settimana vado a fare zumba il che devo dire che è molto divertente ma a onor del vero anche la mia insegnante è abbastanza in carne e questo non mi fa presagire belle cose. Se anche con tutto quell’allenamene non riesco a dimagrire vado in depressione hehehhehe

Oggi dovevo sfogarmi con qualcuno e aprendo il mip pic non potevo che scrivere un post su questo blog per dire al mondo quanto in questo periodo sono fristrata e quanto vorrei essere magra da un giorno all’altro.

Anzi a questo punto direi a tutti quelli che creano e impacchettano pillole miracolose, ma perchè non realizzate la bacchetta magica?

Scienza: novità e curiosità su Sky TG24

Il fascino della scienza e delle scoperte

Gli insetti giganti del Canton Ticino

Su un versante del Monte San Giorgio situato al confine fra il nostro Paese e il Canton Ticino, sono stati rinvenuti alcuni fossili ben conservati degli insetti che popolavano il pianeta oltre 240 milioni di anni fa.

Questa specie di insetti rinvenuta nel territorio di confine fra Italia e Svizzera è stata ribattezzata col nome di Gigamachilis Triassicus. Si tratta di insetti che dovevano essere molto simili a quelli che abitualmente chiamiamo pesciolini d’argento, con la differenza che quelli vissuti nel periodo Triassico potevano toccare e superare gli 8 centimetri di lunghezza.

I fossili ritrovati sono relativi a 19 esemplari diversi, alcuni dei quali hanno conservato alla perfezione i tessuti molli e le terminazioni nervose.

Gli studi portati avanti dalla scienza ufficiale trovano ulteriori conferme che suffragano la teoria secondo la quale molte delle forme di vita sviluppatesi dopo la grave crisi biologica avvenuta circa 252 milioni di anni fa, sono rimaste quasi inalterate fino ai giorni nostri.

La scienza ha scoperto il cosiddetto gene dei gufi

La genetica può condizionare fortemente le nostre propensioni, compresa quella di andare a letto tardi. A tal proposito, una recente ricerca scientifica avrebbe indicato nel gene CRY1 il principale responsabile dello sfasamento di orario che colpisce molte persone.

Secondo la scienza, questo gene ritarderebbe di almeno 2 ore la normale voglia di coricarsi rispetto a coloro che non ne sono muniti.

Chi porta questo gene tende a lamentare una certa difficoltà ad addormentarsi di notte ed una forte stanchezza al mattino. Tale sindrome, che colpisce un individuo su 10, è stata scoperta dagli scienziati Alina Patke e Michael Young.

L’esistenza del gene, hanno affermato i ricercatori, costringe i portatori a vivere come se dovessero affrontare una sorta di jet-leg perpetuo. Il test è stato effettuato in Turchia su un campione di 70 persone.

Il punto più profondo del sonno raggiunto dai non portatori di tale gene era fissato intorno alle 4 del mattino, mentre i portatori dovevano attendere almeno altre 2 ore. Questa alterazione genetica è un fattore ereditario correggibile soltanto lavorando sulle proprie abitudini.

I nativi americani giunsero dall’Asia e non si mescolarono a nessun altro gruppo per oltre 10 mila anni

La scienza ha svelato le origini e le interazioni delle popolazioni americane. Originarie dell’Asia centrale, queste popolazioni giunsero in Nord America dopo aver attraversato lo stretto di Bering, all’epoca caratterizzato da un stretta striscia di terra che congiungeva i 2 continenti oggi separati.

La scienza ha fissato questo viaggio in un range temporale compreso fra i 18 mila e i 13 mila anni fa. Dopo essersi stabiliti nelle vaste praterie nord americane, queste popolazioni non vennero più a contatto con alcuna civiltà per oltre 10 mila anni.

Quest’isolamento così lungo sarebbe all’origine della forte omogeneità genetica riscontrata nelle popolazioni native insediatesi in tutto il continente americano.

Fonte: Sky TG24 Scienza