I vantaggi di produrre idrogeno

A cosa serve produrre idrogeno?

 

Cos’è l’idrogeno

Tutta la materia che ci circonda sia sulla terra ,ma anche nello spazio stesso, presenta idrogeno. Ma cos’è e a cosa serve questo idrogeno? Partiamo subito col dire che l’idrogeno si definisce un elemento chimico indicato con la lettera “H” e deriva dalla parola hydrogène composta a sua volta dalla parola hydro (acqua) e gène ( geno) che letteralmente significa ” che genera acqua”.

Nella tavola periodica si trova come primo elemento avente numero atomico pari a 1 e data l’organizzazione che c’è alla base della tavola periodica (organizzata per numero atomico crescente) questo significa che l’idrogeno è l’elemento piĂą leggero di tutti e presenta infatti un peso atomico pari a 1,001.

 

Dove trovare questo elemento

L’idrogeno è l’elemento piĂą abbondante sulla terra e lo possiamo trovare in ingenti quantitĂ  legato all’ossigeno per formare l’acqua o legato ad altri elementi per formare composti come per esempio gli idrocarburi, ma non riusciamo a trovare invece idrogeno allo stato elementare data la sua elevata reattivitĂ .

La maggiore quantitĂ  di idrogeno si trova invece nell’universo; infatti questo è alla base della vita delle stelle e viene bruciato nel nucleo di esse per poi essere trasformato in elio tramite delle reazioni nucleari che avvengono a elevate temperature chiamate di nucleosintesi. La grandissima energia di cui dispongono le stelle deriva infatti proprio da queste reazioni.

Perché produrre idrogeno in laboratorio

Come produrre idrogeno

Produrre idrogeno in laboratorio è molto semplice. Se ne possono produrre grandi quantitĂ  facendo reagire un acido forte con un metallo o trattando l’acqua con metalli alcalini. La produzione di idrogeno in ambito industriale invece avviene in tre modi diversi:

  1. Produzione da gas d’acqua, che consiste nel far reagire carbone con vapor d’acqua ad alte temperature ottenendo idrogeno al 99% di purezza
  2. Produzione da idrocarburi, che consiste nel far reagire idrocarburi contenenti grandi quantitĂ  di idrogeno o con ossigeno o con vapore d’acqua in una successione di complicate reazioni chimiche
  3. Elettrolisi dell’acqua, che consiste nel far passare elettricitĂ  in due elettrodi posti in una recipiente contenente acqua liberando idrogeno e ossigeno gassoso.

A cosa serve produrre idrogeno

Una volta prodotto con uno dei possibili metodi, l’idrogeno può essere utilizzato per produrre altri composti o come combustibile per produrre energia, per la produzione di concimi nell’agricoltura, per la produzione di acciaio e utilizzato anche come agente idrogenante per aumentare la saturazione dei grassi o degli oli insaturi ottenendo prodotti come la margarina.

Può anche essere utilizzato per produrre energia in due modi:

  1. Il primo metodo consiste nel bruciare l’idrogeno da solo oppure aggiunto ad altri combustibili.
  2. Il secondo metodo fa reagire l’idrogeno con l’ossigeno ottenendo direttamente energia elettrica e infatti in via sperimentale già da alcuni anni circolano per strada dei veicoli elettrici alimentati ad idrogeno.

Inoltre, qualsiasi altro combustibile miscelato con l’idrogeno migliora la combustione e dunque il rendimento. Per questo motivo infatti negli Stati Uniti si sta valutando l’utilizzo di metano con l’aggiunta del 15% di idrogeno, definito Hythane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *