Oscar 2017: un’edizione che è già storia

Anche quest’anno manca ormai pochissimo alla notte dell’anno più attesa da tutti gli appassionati di cinema: gli Oscar 2017 si stanno avvicinando e l’attesa si fa sempre più spasmodica per quella che sarà l’ottantanovesima edizione del premio cinematografico più antico del mondo.

La prima edizione di quelli che in realtà si chiamano Academy Awards avvenne infatti nel 1929, tre anni prima della prima edizione di quello che ad oggi è il Festival del Cinema più importante a livello mondiale, ovvero quello di Venezia.

Ora, con la comunicazione delle nomination, è già tempo di previsioni e di valutazioni sui record che questa nuova edizione ha già fatto segnare.

Un’edizione che è già nella storia del cinema

Gli Oscar 2017 non sono ancora stati assegnati, ma questa edizione è già entrata di diritto negli annali. Il motivo sta nel fatto delle sorprese che le nomination hanno portato in dote: e secondo molti la notte degli Oscar 2017 ne riserverà delle altre, con alcuni premi che potrebbero andare a chi al momento non risulta, quote degli scommettitori alla mano, tra i favoriti.

Tra i record che questi Oscar 2017 hanno già fatto segnare prima della serata in cui verranno svelati i vincitori, ve ne sono due in particolare da citare. Il primo sono le 14 nomination che La La Land si è portato a casa, riuscendo ad eguagliare il numero di statuette che nel lontano 1998 ottenne il kolossal di James Cameron con Leonardo Di Caprio e Kate Winslet, ovvero Titanic.

Che il film del prodigio Damien Chazelle avrebbe fatto incetta di nomination agli Oscar 2017 era cosa che tutti potevano prevedere, specie dopo l’en plein fatto ai Golden Globe. Pochi potevano però prevedere che questo musical riuscisse ad entrare nel club di film con più nominations nella storia degli Oscar, al fianco di Titanic ed Eva contro Eva.

Sicuramente il film non riuscirà a vincere tutte e 14 le statuette per cui è stato candidato, ma altrettanto certamente è non solo il grande favorito della serata degli Oscar 2017, ma è già nella storia della manifestazione, comunque vada.

Chi alla notte degli Oscar è di casa è Merly Streep: l’attrice in quella che sarà l’edizione degli Oscar numero ottantanove ha ottenuto la ventesima nomination: inutile dire che è l’attrice con più nomination nella storia del cinema. Per tre volte la nomination si è poi concretizzata in una vittoria, ottenuta con Kramer contro Kramer, dramma familiare con Dustin Hoffman.oscar2017-slide

La scelta di Sophie e Iron Lady, pellicola di pochi anni fa in cui ha portato sullo schermo un personaggio controverso come Margaret Thatcher.

Quest’anno l’attrice è in corsa per Florence, pellicola che ne ha confermato le grandissime doti artistiche, ma secondo molti sarà assai difficile riuscire a strappare la statuetta a Emma Stone, protagonista di La La Land. Ad ogni modo, comunque vada, Merly Streep è già nella storia dell’Academy e nella storia del cinema, a prescindere da come finirà la notte degli Oscar 2017.

Viola Davis e le sue tre nomination

Davanti alle venti nomination di un mostro sacro come Merly Streep qualcuno potrebbe domandarsi perchè citare Viola Davis e le sue tre nomination come qualcosa di storico.

Ebbene, il motivo è semplice: nonostante i grandi passi avanti fatti contro la discriminazione razziale, una attrice di colore che viene nominata per tre volte agli Oscar fa comunque notizia.

Viola Davis, che è ormai un volto noto anche della televisione, sarà presente agli Oscar 2017 nella categoria Miglior Attrice Protagonista, dove è stata nominata per la sua grande performance in Barriere.

Come detto, questa è per lei la terza nomination e se si pensa che la prima l’ha ottenuta nel 2009 si capisce come questa sia una delle attrici più dotate di Hollywood tra quelle emerse negli ultimi anni. Una curiosità: quest’anno si ritroverà a gareggiare contro Merly Streep, con cui ha recitato nel primo film che le è valsa una candidatura gli Oscar (Il Dubbio) e contro Emma Stone, con cui invece ha recitato in The Help, pellicola che le ha consentito di ottenere la sua seconda candidatura.

La prima volta di Isabelle Huppert

Questi Oscar 2017 passeranno alla storia anche per la prima nomination ottenuta da Isabelle Huppert. L’attrice francese è la grande sorpresa di questa edizione degli Oscar con la performance che ha offerto in Elle.

Pochi si aspettavano di vederla in corsa agli Oscar 2017, ma le ottime critiche ricevute dal film e dalla sua interpretazione le hanno spianato la strada verso una grande soddisfazione come il poter concorrere per la vittoria della statuetta come Miglior Attrice Protagonista.

Secondo alcuni, essendo una outsider, risulta essere l’avversario più pericoloso per le grandi favorite di questa edizione, che sembrano essere Emma Stone e Natalie Portman.

La prima volta dell’Australia nella corsa al Miglior Film Straniero

L’Australia ha dato i natali a grandi attori e registi che sono stati protagonisti alla notte degli Oscar: un nome su tutti? Quello di Nicole Kidman.

Tuttavia può sembrare strano, ma l’Australia non è mai riuscita a far entrare un proprio film nella cinquina di candidati all’Oscar per il Miglior film straniero.

Questi Oscar 2017 potrebbero però essere quelli con cui questo tabù potrebbe venire meno: questo potrebbe avvenire grazie a Tanna, che è riuscito ad entrare nella lista dei film che si daranno battaglia per una statuetta che è da sempre tra le più ambite nella notte degli Oscar.

Fonte: Oscar 2017 Sky Cinema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *