la nostra Guida all'Alimentazione perfetta dello Sportivo

Guida all’alimentazione dello sportivo.

Sei uno sportivo? Un amante del benessere e dello sport? Ami praticarlo? Bene, allora sicuramente ti starai chiedendo quale sia l’alimentazione giusta per uno sportivo. Vediamo insieme le caratteristiche principali, grazie ai consigli di Missbenessere.com.

Le giuste proporzioni nell’alimentazione

Come prima cosa bisogna prestare massima attenzione alle giuste proporzioni. Infatti l’energia che occorre allo sportivo deve derivare (in giusta misura) dai vari macro-nutrienti presenti in natura (carboidrati, proteine, grassi ecc.). Il mix giusto, diviso in percentuali, è questo: il 60% circa delle calorie deve derivare dal gruppo dei carboidrati, il 30% circa dai grassi e il restate 10% dal gruppo delle proteine. Il corpo umano infatti consuma calorie derivanti da gruppi diversi in base al tipo di esercizio che si sta svolgendo: il tutto varia in base al crescere o diminuire dell’intensità.

I carboidrati nell’alimentazione sportiva

I carboidrati costituiscono la base dell’alimentazione della maggior parte della popolazione mondiale e rappresentano una risorsa importantissima per il fabbisogno energetico dell’uomo. Essi devono essere assolutamente presenti nella dieta di uno sportivo (nelle percentuali appena viste). Dove trovarli? Sono presenti nei cereali (pasta, riso, pane, mais, ecc.), nei legumi (fagioli, lenticchie, ceci, piselli, ecc), nella frutta e nelle verdure. Li troviamo anche negli alimenti di origine animale come il latte e il miele.

I grassi: funzioni positive e negative

I grassi (o lipidi) sviluppano un numero di calorie maggiore rispetto agli altri macro-nutrienti (es. carboidrati o proteine): ben nove calorie per grammo. Essi possono svolgere una serie di altre funzioni, positive o negative. Nel primo caso, ad esempio, sono apportatori di vitamine liposolubili (importanti per la struttura delle cellule); nel secondo caso, invece, contribuiscono all’innalzamento del peso corporeo e alla formazione di placche nelle arterie. Di conseguenza, per uno sportivo, è meglio non abusarne (soprattutto quando sono di origine animale). Quindi, prima o dopo un allenamento, è meglio evitare di mangiare dolci, pasti fritti ecc.

Il ruolo delle proteine

Alimentazione dello Sportivo: i nostri consigliEsistono vari tipi di proteine. Esse sono delle molecole formate da un preciso numero di amminoacidi (se ne conoscono circa una ventina). Le proteine sono un costituente essenziale per il rafforzamento e lo sviluppo del nostro corpo. In particolare in fase di sviluppo, o per chi fa attività sportiva, il fabbisogno proteico è maggiore. Per questo nell’alimentazione di uno sportivo le proteine non devono mancare: le troviamo in cibi quali latte (e derivati), carne, pesce, uova, legumi ecc. Occhio però a non esagerare! Infatti in talune proteine è presente anche l’azoto e, un eccessivo consumo di queste proteine, costringerebbe a lavori extra i reni.

In definitiva possiamo affermare che il fabbisogno giornaliero di proteine per chi svolge attività fisica costante è di circa 1,5 grammi di proteine per chilo di peso (per i ragazzi), mentre 1g per gli adulti. Facendo una sorta di “calcolo” settimanale sarebbe bene suddividere in questo modo le proteine: carne (circa 3-4 volte a settimana, alternando i vari tipi), pesce (circa 2-3 volte, preferibilmente pesce azzurro), uova (2 volte), formaggi (2-3 volte), legumi (circa 2-3 volte).

L’importanza dei liquidi e delle bevande

Infine concludiamo l’articolo chiarendo l’importanza di assumere liquidi per chi fa sport. Bere sempre (prima, durante e dopo l’allenamento) fa bene e contribuisce al benessere dell’atleta. L’acqua è probabilmente la bevanda migliore (purché si scelga quella con poco sodio e residuo fisso) mentre andrebbero evitate il più possibile le bevande gassate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *