Fontanotshop

La scala su misura online: una soluzione perfetta che si configura in pochi minuti

Il potere decorativo di una scala

L’importanza di una scala che si armonizzi con il resto dell’abitazione
Tra tutti gli elementi d’arredo che è possibile scegliere per la propria abitazione le scale rappresentano senz’altro quelli che più sono in grado di decorare e abbellire una casa: le rampe posizionate all’esterno, soprattutto se di design dovranno armonizzarsi con la struttura dell’edificio. Quelle interne, invece, possono rappresentare facilmente il punto focale della casa, quello su cui più si soffermerà lo sguardo del visitatore. A questa funzione puramente estetica va affiancata ovviamente l’utilità di queste strutture. Continue reading

Quando rivolgersi a un’agenzia investigativa in caso di sospetto tradimento

Generalmente quando si inizia a sospettare della possibilità di essere traditi, il primo istinto è di indagare autonomamente, magari utilizzando le tante nuove tecnologie messe a disposizione negli spyshop, per pedinare il partner, inseguirlo, oppure informarsi sulle diverse intercettazioni telefoniche.

Purtroppo però la legge sulla privacy ha regole particolarmente rigide e la violazione di alcune di esse rischia di portare la vittima di infedeltà coniugale dalla ragione al torto. In questi casi allora, piuttosto che farsi giustizia da soli, potrebbe essere consigliabile rivolgersi ad un investigatore privato o ad un’agenzia investigativa, per affidarsi a specialisti che hanno intuito, sanno come muoversi e conoscono tutte le leggi da rispettare.

Quello che bisogna considerare è che rivolgendosi ad un’agenzia investigativa non solo si può scoprire la verità, ma si può anche entrare in possesso di prove certe da utilizzare nelle sedi giudiziarie. Per essere impugnate, tali prove devono avere valore legale, ecco spiegato perché è necessario un professionista: non si può investigare su chiunque, e soprattutto le indagini vanno condotte entro certi limiti. Attualmente molti casi di tradimento sono archiviati come effetti della cultura contemporanea, ma portando in tribunale prove inconfutabili le vittime possono costituirsi parte lesa e pretendere il risarcimento dei danni causati dal compagno infedele.

Esistono diversi tipi di infedeltà: c’è l’infedele compulsivo, quello che cerca trofei da esibire, chi ha amanti storici, qualcuno che tradisce per noia o per vendicarsi o che semplicemente ama concedersi qualche scappatella. In generale, non c’è una regola per capire quando rivolgersi a un’agenzia investigativa in caso di sospetto tradimento; è consigliabile chiedere l’aiuto di un professionista quando si hanno buoni motivi per credere che il tradimento sia ormai un’abitudine. In tali situazioni non si può subire la situazione in maniera passiva e aspettare che cambi qualcosa, in particolare se il partner diventa prepotente e aggressivo.

In base al tipo di lavoro richiesto le indagini investigative possono avere diverse durate, chiaramente la prestazione durerà finché non si troveranno prove tangibili dell’infedeltà coniugale. Per situazioni complicate a volte possono essere necessari addirittura alcuni mesi, ma non necessariamente l’indagine deve continuare ogni giorno o impiegare l’intera giornata. Si potrebbe pure valutare la possibilità di interrompere le indagini ad un certo punto e riprenderle dopo del tempo, a seconda delle abitudini o dell’identikit del traditore.

Un’agenzia davvero molto quotata è la P and P Investigazioni SRL, a Milano. La P and P Investigazioni è specializzata in indagini private e aziendali, civili e penali ed è abilitata all’attività su tutto il territorio nazionale. Per i lavori privati garantisce la tutela del Diritto di Famiglia, quindi non si occupa solo di investigazioni pre-matrimoniali o matrimoniali, ma anche della determinazione di eventuali assegni per il mantenimento e di casi di affidamento dei minori.

Può tenere sotto osservazione i figli e i giovani della famiglia, fare chiarezza su casi di pedofilia e stalking, rintracciare le cause di presunti comportamenti devianti dei figli e dei partner, dal momento che la serenità familiare è per legge un diritto e la sua alterazione per azione o volontà di uno dei due coniugi è un reato perseguibile penalmente, se debitamente dimostrato in tribunale.

Come scoprire un tradimento

tradimentoSebbene i partner infedeli siano spesso dotati di profonda furbizia e creino ricercati stratagemmi per non farsi scoprire o non generare sospetti, esistono da sempre dei chiari segnali che fungono da campanello d’allarme. Una delle prime cose che è possibile constatare è il calo del desiderio sessuale, dal momento che l’oggetto del desiderio del traditore cambia parzialmente o completamente. Può capitare che avvenga qualche variazione del look, un diverso taglio di capelli, del trucco, l’uso di vestiti più eleganti o raffinati, anche se non sempre questo è un segno di infedeltà coniugale. Per quanto chi tradisce cerchi di non cambiare le proprie abitudini e la routine, si fanno sempre più frequenti le riunioni di lavoro impreviste, i pranzi o le cene con colleghi, le feste con i vecchi amici. Ogni occasione diventa buona per allontanarsi da casa.

La diffusione della connessione ha permesso la nascita di tanti modi per tenersi in contatto con un amante, ma ha al tempo stesso aumentato le possibilità di scoprire il tradimento. Si può sbirciare il telefono del compagno, alla ricerca di messaggi ambigui o di determinate conversazioni su WhatsApp, si possono tenere d’occhio le email o i Social Network e magari scoprire la creazione di qualche account falso. C’è da stare molto attenti, in quanto queste forme di controllo possono essere un’arma a doppio taglio, che potrebbe far insorgere paranoie inutili e andare ad incrinare rapporti in realtà solidi e puri.

Anche per evitare il rischio di esagerare con la gelosia, è consigliabile rivolgersi ad un’agenzia investigativa, per avere il parere di una persona con più esperienza e, soprattutto, più obiettiva sulla questione. Nel corso degli anni gli stessi investigatori hanno modificato il loro modo di condurre le indagini, seguendo l’evoluzione della tecnologia e dotandosi di strumentazioni molto sofisticate. Un tempo si cercava di risalire alle abitudini della persona pedinata interrogando i proprietari dei negozi frequentati dal sospettato, o parlando con i suoi amici; gli spostamenti erano tenuti sotto controllo con inseguimenti a distanza, usando macchine diverse, per non destare sospetti.

Oggi è tutto più semplice: l’investigatore sa sfruttare innanzitutto ogni informazione che si può ricavare su internet, dal momento che persino il dettaglio più piccolo e insospettabile potrebbe servire a smascherare il presunto traditore, gli investigatori privati sanno bene che, come avviene per i crimini, il tradimento perfetto non esiste. Ad esempio, la cronologia degli accessi su WhatsApp dà molte informazioni utili. Un’altra attrezzatura fondamentale, diffusasi negli ultimi anni, è il GPS, che rende i pedinamenti molto più comodi e facili da scoprire: ormai non servono appostamenti e giornate perse a seguire il sospettato, è possibile controllare in ogni momento dove si trova una persona, rimanendo comodamente alla propria scrivania e portando avanti altro lavoro, per velocizzare le pratiche.

Scienza: novità e curiosità su Sky TG24

Il fascino della scienza e delle scoperte

Gli insetti giganti del Canton Ticino

Su un versante del Monte San Giorgio situato al confine fra il nostro Paese e il Canton Ticino, sono stati rinvenuti alcuni fossili ben conservati degli insetti che popolavano il pianeta oltre 240 milioni di anni fa.

Questa specie di insetti rinvenuta nel territorio di confine fra Italia e Svizzera è stata ribattezzata col nome di Gigamachilis Triassicus. Si tratta di insetti che dovevano essere molto simili a quelli che abitualmente chiamiamo pesciolini d’argento, con la differenza che quelli vissuti nel periodo Triassico potevano toccare e superare gli 8 centimetri di lunghezza.

I fossili ritrovati sono relativi a 19 esemplari diversi, alcuni dei quali hanno conservato alla perfezione i tessuti molli e le terminazioni nervose.

Gli studi portati avanti dalla scienza ufficiale trovano ulteriori conferme che suffragano la teoria secondo la quale molte delle forme di vita sviluppatesi dopo la grave crisi biologica avvenuta circa 252 milioni di anni fa, sono rimaste quasi inalterate fino ai giorni nostri.

La scienza ha scoperto il cosiddetto gene dei gufi

La genetica può condizionare fortemente le nostre propensioni, compresa quella di andare a letto tardi. A tal proposito, una recente ricerca scientifica avrebbe indicato nel gene CRY1 il principale responsabile dello sfasamento di orario che colpisce molte persone.

Secondo la scienza, questo gene ritarderebbe di almeno 2 ore la normale voglia di coricarsi rispetto a coloro che non ne sono muniti.

Chi porta questo gene tende a lamentare una certa difficoltà ad addormentarsi di notte ed una forte stanchezza al mattino. Tale sindrome, che colpisce un individuo su 10, è stata scoperta dagli scienziati Alina Patke e Michael Young.

L’esistenza del gene, hanno affermato i ricercatori, costringe i portatori a vivere come se dovessero affrontare una sorta di jet-leg perpetuo. Il test è stato effettuato in Turchia su un campione di 70 persone.

Il punto più profondo del sonno raggiunto dai non portatori di tale gene era fissato intorno alle 4 del mattino, mentre i portatori dovevano attendere almeno altre 2 ore. Questa alterazione genetica è un fattore ereditario correggibile soltanto lavorando sulle proprie abitudini.

I nativi americani giunsero dall’Asia e non si mescolarono a nessun altro gruppo per oltre 10 mila anni

La scienza ha svelato le origini e le interazioni delle popolazioni americane. Originarie dell’Asia centrale, queste popolazioni giunsero in Nord America dopo aver attraversato lo stretto di Bering, all’epoca caratterizzato da un stretta striscia di terra che congiungeva i 2 continenti oggi separati.

La scienza ha fissato questo viaggio in un range temporale compreso fra i 18 mila e i 13 mila anni fa. Dopo essersi stabiliti nelle vaste praterie nord americane, queste popolazioni non vennero più a contatto con alcuna civiltà per oltre 10 mila anni.

Quest’isolamento così lungo sarebbe all’origine della forte omogeneità genetica riscontrata nelle popolazioni native insediatesi in tutto il continente americano.

Fonte: Sky TG24 Scienza

Quanto è importante imparare a suonare uno strumento

Molto spesso non ci rendiamo conto di quanto sia importante, a livello intellettivo e sociale, imparare a suonare uno strumento musicale. E lo dico per esperienza personale.

Fin da piccolo i miei genitori si sono preoccupati di avvicinarmi alla musica, di qualsiasi genere, per poi portarmi alla scelta di studio di uno strumento.

Non sono mai riuscito a sceglierne uno, ho iniziato con il pianoforte, davvero uno strumento meraviglioso, e devo dire che ero anche piuttosto bravo e portato, l’unica pecca? L’enorme quantità di tempo da dovergli dedicare. Elementari e scuole medie fu una passeggiata, ma appena iniziato il liceo classico, mi resi conto che non mi sarebbe stato possibile continuare senza tralasciare lo studio scolastico.

Passai del tempo senza studiare nessuno strumento, e notai subito come la mia vita fosse cambiata e quanto mi mancasse la musica, così capii che non sarebbe potuto passare altro tempo senza che io mi dedicassi ad uno strumento.

Decisi istintivamente di dedicarmi alla chitarra, uno strumento che mi ha sempre molto affascinato, fin da piccolo quando ero nei boyscout.

Effettivamente, avendo studiato pianoforte molto tempo, mi risultò piuttosto semplice imparare, per lo meno gli accordi, e iniziai subito a rendermi conto della grossa differenza tra i due strumenti, che fu proprio quella che mi fece notare quanto preferii suonare la chitarra piuttosto che il pianoforte.

Suonare la chitarra era innanzitutto molto più semplice, necessitava si di esercizio, ma non avevo bisogno di tralasciare nulla, e poi diciamoci la verità, saper suonare la chitarra mi rendeva molto interessante agli occhi delle ragazze.

Con la fine della scuola, e l’arrivo dell’estate, organizzare feste e falò sulla spiaggia era d’obbligo, e io ero quello che non poteva mai mancare perché sapevo suonare la chitarra e intrattenevo tutti con il mio repertorio che spaziava da un immancabile Lucio Battisti, fino a Rino Gaetano e De Andrè.

Quelli sono stati davvero i momenti che non dimenticherò mai, ma soprattutto che ricorderò con maggior piacere, perché sono stati tra i momenti più importanti della mia vita, in cui c’era sempre il mio strumento ad accompagnarmi.

Semmai un giorno dovessi avere dei figli, mi comporterò esattamente come i miei genitori hanno fatto con me, facendogli capire l’importanza della musica attraverso lo studio di uno strumento.

 

Ecco come combattere il caldo estivo

Scrivo dalla Sicilia, più precisamente da Palermo, e l’estate la mia casa diventa un forno talmente rovente che sembra di essere all’inferno. Vivendo in una palazzina abbastanza antica, per motivi che non vi sto a spiegare, non ho potuto installare dei condizionatori a muro e l’unica cosa che mi ha salvato, nelle caldissime giornate estive in terra sicula, è stato acquistare alcuni condizionatori portatili.

Questa decisione mi ha salvato dal diventare pazzo durante la passata stagione estiva.

Dato che casa mia è abbastanza grande ho preferito acquistare 2 condizionatori portatili per evitare di doverli spostare ogni volta che cambiavo stanza anche se sono decisamente comodi da spostare.

Fortunatamente sono riuscito a trovare un’offerta speciale su internet che mi ha permesso di acquistare i due condizionatori portatili praticamente al prezzo di uno. Dico fortunatamente perché nei vari negozi in cui sono stato, ho trovato veramente dei prezzi assurdi e non mi sarei potuto permettere di comprarne due di così buona qualità.

Questi condizionatori portatili sono consigliati per ambienti non troppo grandi che non riuscirebbero a raffreddare e porterebbero solo ad un dispendio di corrente e, conseguentemente, di soldi.

Se passate molte ore della giornata a casa, vi consiglio di acquistare i più recenti condizionatori portatili con classe A+ o A+++; questo ridurrà sensibilmente i costi in bolletta e anche l’inquinamento atmosferico ( cosa alla quale io faccio sempre attenzione ).

Vi consiglio di acquistare questi condizionatori portatili con un netto anticipo rispetto all’arrivo dell’estate sia per evitare di non trovare il prodotto che cercate, data l’enorme richiesta del mercato, sia per non farvi spennare dai commercianti che nel periodo più caldo dell’anno, di solito, innalzano i prezzi di questi prodotti stagionali.

Quindi, per salvarvi dalla prossima stagione afosa, io vi consiglio di comprare i condizionatori portatili se, per qualsiasi motivo, siete impossibilitati a comprare quelli con unità esterna; sono una soluzione molto valida e anche molto comoda perché solitamente, i condizionatori portatili, hanno dimensioni abbastanza ridotte per facilitare il loro spostamento.

Google Translate diventa Hi Tech

Very tech: le novità dall’universo della tecnologia

Facebook apre un canale dedicato alle emergenze

Facebook pensa anche a coloro che si trovano in situazioni di difficoltà e dedica un canale all’interno del quale le persone coinvolte in un’emergenza possono far conoscere le proprie condizioni di salute.

Rispetto al recente passato, gli utenti che comunicano la propria situazione tramite social, potranno anche parlare fra loro e divulgare la necessità di bisogni specifici.

Attraverso questa funzione hi tech, chiamata Community Help, sarà possibile anche coordinare eventuali soccorsi a chi è stato coinvolto in disastri quali terremoti, alluvioni o attentati.

Community Help nasce come servizio complementare di Safety Check, inaugurato nel 2014. Il Safety Check è il servizio attivo da oltre 2 anni, che nel caso risulti accesa la geo-localizzazione sul dispositivo in uso, attiva un messaggio automatico che chiede informazioni sul proprio stato di salute.

Da oggi, con Community Help, ogni persona che avrà risposto alla domanda iniziale accederà automaticamente ad un nuovo spazio virtuale, nel quale avrà l’opportunità di comunicare con chi è stato coinvolto nella stessa emergenza.

La sperimentazione di questo servizio durerà fino a fine dicembre, periodo durante il quale verrà testata anche l’altra grande novità apportata dal social al Safety Check, ovvero la possibilità di attivare o aderire ad una raccolta fondi live.

Google Translate diventa Hi Tech ed incontra l’intelligenza artificiale

Google ha deciso di migliorare il servizio offerto tramite Google Translate e si dota dell’intelligenza artificiale, una tecnologia hi tech che si fonda sull’impiego di reti neurali artificiali. Inizialmente sperimentata soltanto per il cinese, da oggi supporterà ben 8 lingue: inglese, francese, spagnolo, coreano, giapponese, tedesco, turco e portoghese.Google Translate diventa Hi Tech

Queste 8 lingue vengono quotidianamente parlate da oltre un terzo della popolazione mondiale, che così, avrà a disposizione la possibilità di avvalersi di traduzioni non più impostate sulla singola parola ma sull’intera frase.

Una novità non da poco, che riuscirà a produrre traduzioni basate sul contesto e sul significato generale e non più sul singolo termine decontestualizzato rispetto al resto del periodo. Il prossimo passo di Google sarà quello di dotare la nuova versione hi tech di Google Translate di una traduzione intelligente valida per tutte le 103 lingue supportate.

La nuova frontiera hi tech delle pizzerie? La consegna via drone

In Nuova Zelanda la pizza arriva direttamente a casa via droni. È questa l’innovazione lanciata dalla catena di fast food Domino’s, che ha recentemente sottoscritto un’intesa con l’azienda Flierty, sviluppando un servizio porta a porta a dir poco avveniristico.

Il progetto è stato avviato lo scorso 25 agosto ma per ora è stato soltanto testato, senza entrare ancora fra i servizi stabilmente offerti dalla compagnia. I droni impiegati sono costituiti di carbonio e alluminio e operano velocemente, assicurando la consegna nel giro di 10 minuti.

Il volo dei droni, tuttavia, viene regolamentato diversamente paese per paese e quindi assistere ad una consegna del genere in una nazione densamente abitata come l’Italia sarà più difficile.

Africa: il rapporto tra inquinamento dell’aria e morti premature

Uno dei problemi più gravi dell’epoca moderna è senza ombra di dubbio quello relativo all’inquinamento.

Tra i vari tipi il più urgente da risolvere è sicuramente quello dell’aria, che in ogni parte del mondo è ormai causa di situazioni intollerabili.

Tra gli ultimi dati emersi vi sono quelli relativi agli effetti devastanti che l’inquinamento dell’aria ha in Africa: i numeri che sono stati resi pubblici dall‘Osce fotografano un continente che attraversa una situazione gravissima.

L’inquinamento dell’aria: un nuovo problema per l’Africa

I dati raccolti dall’OSCE mettono in luce come un serio problema per l’ambiente e per le popolazioni africane sia quello dell’inquinamento dell’aria, che risulta essere il principale responsabile delle morti premature nel continente, ancor più di problemi quali malnutrizione e contaminazione delle acque.

Già solo questo dato fa capire come l’inquinamento dell’aria sia un problema che dovrebbe essere al primo posto nell’agenda di tutti i governi africani per quanto riguarda l’ambiente.

Un fenomeno in preoccupante espansione

Come se non bastasse, il rapporto ha messo in luce come questo problema riguardante l’ambiente diventi ogni giorno più grave: nell’ultimo anni le morti premature sarebbero state poco più di 700 mila.

Se si pensa che i decessi causati da acqua contaminata e malnutrizione si attestano su cifre nettamente inferiori, si capisce la serietà del problema e l’urgenza di un intervento che sia non solo a tutela dell’ambiente, ma anche della vita umana.

L’OSCE ha anche comunicato quale sarebbe la cifra necessaria da investire per cercare di porre un argine al problema: si parla di ben 220 miliardi di dollari annualmente.

inquinamento

Le cause dell’inquinamento e i paesi più colpiti

Il problema dell’inquinamento atmosferico è espressione che racchiude in se diversi fenomeni nocivi per l’ambiente. I dati diffusi dall’OSCE hanno messo l’accento sul fatto che a fare la parte del leone sono il traffico, la produzione industriale in forte espansione e i problemi connessi alla gestione dei rifiuti di ogni tipo.

Tra i paesi africani che sono maggiormente colpiti da questi problemi relativi all’ambiente e responsabili di così tanti decessi premature, vi sono tre importantissimi paesi, quali l’Egitto, la Nigeria e il Sudafrica.

Tutti e tre i paesi sono caratterizzati da un tasso di sviluppo molto sostenuto, il quale però sta incidendo così negativamente sull’ambiente e sulla vita quotidiana, da risultare quasi controproducente.

Un deciso cambio di tendenza

Il rapporto ha messo in luce come lo sviluppo industriale abbia finito con il ribaltare la prospettiva, perchè se fino a 30 anni fa l’inquinamento atmosferico era legato a quanto avveniva negli ambienti domestici, ora è tutto diverso.

A confermarlo è il dato secondo cui negli ultimi 26 anni le morti legate direttamente o indirettamente alle polveri sottili è aumentato, in Africa, di quasi il 40%, attestandosi ad una percentuale pari al 36%.

Le morti da inquinamento “indoor” sono anch’esse aumentate, ma di meno della metà. Questi dati fanno capire come per preservare l’ambiente, oggi sia fondamentale intervenire sulle problematiche legate al traffico e all’industria e che bisogna farlo in fretta, perchè il numero di decessi prematuri è un campanello d’allarme che va preso subito in considerazione.

Serie tv 2016, ecco quali vedere

Il mondo dorato delle serie tv è in continuo movimento. Novità, serie che tornano con nuove stagioni dopo un grande successo di ascolti, reboot, sequel, prequel, spin off e chi più ne ha più ne metta.

Questo è il mondo delle serie tv ed è questa varietà a rendere i telespettatori dei series tv addicted sempre affamati di episodi.

Anche le serie tv 2016 sono pronte a conquistare il mondo proprio a cominciare da quest’autunno. La nuova stagione telefilmica ha ormai preso il via e le novità sono davvero tante. Proprio in questi giorni hanno fatto il loro debutto due grandi serie internazionali che hanno fatto segnare un vero e proprio boom di ascolti.

Stiamo parlando de I Medici, in prime time su Raiuno ogni settimana con doppio episodio, e di The Young Pope.

Proprio la serie firmata da Paolo Sorrentino ha debuttato venerdì 20 ottobre con i primi due episodi che hanno messo a segno un vero e proprio record di ascolti scalando subito la classifica delle première più viste e posizionandosi al primo posto superando anche Gomorra, The Walking Dead e Game Of Thrones, veri gioiellini di casa Sky.

Serie tv 2016, quali guardare

Le serie tv 2016 hanno preso il via proprio in questi giorni e alcune di loro andranno in onda in contemporanea in Italia proprio a partire dai prossimi giorni.

Tra le novità a cui non potrete rinunciare ci sono molti titoli noti e altri al loro esordio. Nella prima categoria non possiamo che inserire grandi titoli come The Walking Dead, The Vampire Diaries e American Horror Story: Roanoke. serie-tv-cult

Il 24 ottobre prossimo ha fatto il suo esordio The Walking Dead 7 con la première che arriva dopo mesi di attesa dal finale della sesta stagione che ha introdotto un nuovo villain, Nega.

Lui e la sua mazza di nome Lucille sono sempre a caccia di sangue e di nuove vittime ma non per difesa ma per il puro piacere di uccidere e dettare legge. Rick e i suoi si sono trovati al cospetto del nuovo cattivo in attesa di scoprire quale sarà il loro destino. In quello stesso momento, Carol e Morgan scopriranno l’esistenza di nuovi gruppi di superstiti che sono riusciti a creare un micromondo in cui è bello vivere, o almeno così sembra.

Altra storia per The Vampire Diaries e American Horror Story che hanno già fatto il loro debutto con un discreto successo.

Serie tv 2016, il fenomeno American Horror Story

Parlando di Serie tv 2016 un capitolo a parte vale la pena dedicarlo proprio ad American Horror Story arrivato al suo sesto capitolo quest’anno.

American Horror Story: Roanoke, questo il sottotitolo della nuova stagione della serie tv antologica che ha preso il via sia negli Usa che in Italia su Fox di Sky. La nuova stagione vedrà l’intero cast confermato a partire da Lady Gaga che presterà il volto ad una potente strega impelagata tra finzione e realtà.

Roanoke è il nome di una colonia che ha vissuto proprio nella casa e nei boschi che ospiterà una moderna coppia di sposi in fuga dalla routine della città e dal male che questa ha fatto loro. Cosa troveranno in questi boschi e in questa casa? Troveranno davvero un motivo e un’occasione per ricominciare oppure no?

Slot machine di Paddy Power: le più amate dai fan

Le slot machine sono indubbiamente il gioco più ricercato tra coloro che vogliono giocare online. I casino sul web stanno crescendo ogni giorno di più e sono le slot il traino principale di tale successo. Da sempre le slot hanno rappresentato un fascino incredibile per i giocatori, tanto che sono una delle discipline che non ha risentito dei segni del tempo ma ha rinnovato la sua impostazione con l’avvento delle tecnologie.

Le slot machine, infatti, dapprima erano esclusivamente meccaniche, salvo poi diventare elettroniche ed infine prettamente digitali. Sui casino online è possibile giocare con le slot virtuali ed il bello di questa scelta consiste nel fatto che è possibile accedere ad oltre 100 slot machine diverse, per una esperienza di gioco sempre varia, divertente e mai banale.

Paddy Power è leader nel settore del gioco ed anche in quello delle slot, tanto da proporre una gamma di slot machine quasi infinita tra cui scegliere. Slot con Jackpot, senza jackpot, con personaggi e ambientazioni di ogni tipo sono presenti sul casino di origine irlandese.

Tutte le migliori slot machine online di Paddy Power

slot paddy power Chi vuole giocare con le slot machine online di Paddy Power ha l’imbarazzo della scelta. Per prima cosa è possibile scegliere tra i grandi classici con monte premi incredibili, come Spamalot o Book of Ra. Chi invece vuole partire più cauto, può optare per tutta una serie di slot machine in grado di far vivere emozioni uniche.

Tra le più gettonate su Paddy Power, le slot machine online della Marvel sono amatissime per coniugare il divertimento del gioco, con la passione dei fumetti. Accanto a queste, ecco le slot machine a tema cinematografico e sportivo. Ci sono poi le slot machine online dedicate a festività come il Natale o Halloween; ci sono poi le slot machine classiche con i frutti e quelle osè per i più maliziosi.

Paddy Power, insomma, offre ai clienti il meglio delle slot machine online permettendo una scelta in grado di esaudire i sogni di tutti gli appassionati. Ogni cliente sarà in grado di affezionarsi ad una slot machine, oppure potrà saltare abilmente dall’una all’altra senza alcuno sforzo. Non resta che registrarsi sul sito di Paddy Power per vivere in prima persona il fascino delle slot machine online.

Come registrarsi a Paddy Power ed accedere a tutte le slot online

Per accedere all’offerta di slot online di Paddy Power è necessaria una procedura di registrazione, attraverso la quale si crea il proprio account personale sul sito. Si deve compilare un form dedicato, nel quale inserire i propri dati e quelli di accesso al portale. A seguito di ciò si potrà interagire con il conto di gioco, nel quale verificare le giocate con le slot machine, le vincite, il saldo. Si può anche richiedere assistenza, riscuotere i bonus, ecc.

Il conto di gioco deve essere validato inviando un documento allo staff, ciò perché il gioco con le slot online è permesso esclusivamente ai maggiorenni. Una volta validato il conto, per giocare con le slot machine rimane solo uno step: effettuare il primo deposito. Si può versare la somma che si preferisce con qualsiasi metodo di pagamento. Sul primo deposito, Paddy Power riconosce un ricco bonus di benvenuto, spendibile per le proprie partite con le slot online. A questo punto basterà selezionare la slot machine preferita ed iniziare a giocare.

DLP: cos’è la data loss prevention

In un mondo caratterizzato da una continua evoluzione tecnologica il nostro stile di vita ed il modo di lavorare sono stati radicalmente modificati. La nostra realtà è circondata da dispositivi mobili e tecnologie informatiche che consentono di comunicare e trasferire dati, in formato binario, a grandi distanze e in tempi decisamente da record.

A fronte di tanti vantaggi emergono altrettanti svantaggi e pericoli. La perdita di dati, sia essa involontaria che dovuta ad azioni criminali, può generare effetti negativi su strategie aziendali e privacy. Pertanto è indispensabile ricorrere a soluzioni tecnologiche atte a ridurre i rischi di perdita dati al fine di salvaguardare la produttività delle strategie imprenditoriali e la privacy di ogni singolo individuo.

Sono state congegnate molte soluzioni DLP (Data Loss Prevention) tra cui si annovera Endpoint Protector che è stato progettato per supportare la produttività aziendale e rendere il lavoro più comodo e sicuro. Dedichiamo i prossimi paragrafi alla descrizione di questo particolare ed efficiente sistema DLP prodotto dalla CoSoSys e distribuito dalla Partner Data.

Definizione di DLP (Data Loss Prevention)

Prima di entrare in merito alla descrizione della tecnologia presa in esame è idoneo fornire una definizione corretta di DLP. Infatti le sigle utilizzate per indicare strumenti per la sicurezza dei dati come Endpoint Protector sono alquanto inflazionate e caotiche.

Innanzitutto il termine data loss, ossia perdita di dati sta ad indicare quei casi in cui le informazioni sensibili sono perse dall’azienda o rese non fruibili in conseguenza a azioni e metodiche non corrette. Affiancato al termine data loss c’è il termine data leak, ossia fuga di dati. Con il termine fuga di dati si indica l’acquisizione, da parte di terzi non autorizzati, di dati aziendali o personali sensibili.

La sigla Data Loss Prevention (DLP) è adoperata, nell’ambito della sicurezza informatica, per indicare procedure dispositivi in grado di monitorare, identificare e proteggere i dati custoditi e adoperati da specifici dispositivi. La sicurezza informatica nella prevenzione della perdita di dati può essere suddivisa in tre ambiti principali: endpoint, rete e server.

Partner Data e CoSoSys si presentano

data loss prevention dlpEndpoint Protector è prodotto dalla CoSoSys e distribuito dalla Partner Data. La CoSoSys è una compagnia Europea con i principali uffici dislocati in Germania e Romania. Tuttavia con più di 70 partner offre servizi e soluzioni di difesa informatica in più di 30 paesi. Tutte le soluzioni proposte dalla CoSoSys sono rivolte ad aziende ed utenti di tutto il mondo al fine di poter sfruttare appieno i vantaggi della mobilità, portabilità ed internet senza compromettere la sicurezza.

Per pervenire a ciò la CoSoSys è impegnata in una continua ricerca di procedure e sistemi che impediscono la perdita di dati. La Partner Data, invece, opera dal 1984 nell’ambito della sicurezza informatica ed è partner ufficiale della CoSoSys nella distribuzione di Endpoint Protector. Altamente specializzata nel controllo degli accessi e sistemi di identificazione/filiazione è leader in Italia nel settore sicurezza e prevenzione di attacchi informatici.

Endpoint Protector si presenta

Endpoint Protector è realizzato per proteggere i dati sensibili da furti informatici esterni o dal maldestro utilizzo dei dati all’interno dell’architettura informatica aziendale da parte di personale autorizzato. I principali ambiti di protezione di Endpoint Protector sono: dispositivi di archiviazione portatile, servizi cloud e dispositivi mobili. Endpoint Protector è offerto come hardware o applicazione virtuale perfettamente configurabili in pochi minuti.

L’utilizzo di Endpoint Protector riduce drasticamente il rischio di perdita o fuga di informazioni sensibili, con un incisivo aumento della produttività aziendale. La gestione del DLP è centralizzata e decisamente user-friendly. Infatti essa può essere web-based, ossia tramite una home page di amministrazione che consente di gestire le informazioni sensibili e tutti i dispositivi on-line e in tempo reale. Inoltre l’interfaccia amministratore offre funzioni di report e warning real time sul traffico dei dati sensibili.

Generalità su Endpoint Protector

Come ricordato in precedenza Endpoint Protector è disponibile sia come hardware che virtual appliance ed è facilissimo da istallare. La soluzione è proggettata per garantire tre livelli di sicurezza che sono controllo dispositivi remoti, prevenzione della perdita dati e MDM. La gestione dei dispositivi e degli endpoint è facile ed intuitiva con perfetta compatibilità con i sistemi operativi più diffusi come: windows, Mac, Linux e sistemi mobili iOS ed Android.

Inoltre garantisce la protezione pro-attiva nel contrasto all’installazione e all’utilizzo di device non autorizzati o attività di copiatura dei dati. Un altro vantaggio indiscutibile e facilmente riscontrabile è il basso costo del dispositivo che in media garantisce un risparmo del 50 % rispetto a prodotti succedanei nello stesso segmento di mercato. L’applicazione è operativa e adattabile a network informatici di qualsivoglia dimensione.

Come funziona Endpoint Protector

Endpoint Protector garantisce elevatissimi standard di sicurezza informatica diversificando le attività di controllo in quattro settori principali che sono: protezione contenuti, controllo dispositivi, applicazione crittografica e gestione dei dispositivi moibili.

Protezione contenuti. Principali applicazioni

I principali ambiti di applicazione di protezione dei contenuti operano su client di posta elettronica vari, browser Web (Internet Explorer – Firefox – Chrome – Safari), messaggistica istantanea (Skype – Microsoft Communicator – Yahoo Messenger), Cloud Services e File Sharing (Dropbox – iCloud – SkyDrive – BitTorrent – Kazaa) ed applicazioni varie (come iTunes – Samsung Kies – Windows DVD Maker – Total Commander – TeamViewer)

– Predefined Content Filters/Custom Content Filters/Regular Expressions Filters/File Type Filters
I filtri di controllo possono essere creati sulla base di specifici contenuti come numeri di carte di credito, codici fiscali, matricole e molti altri. I filtri possono essere creati anche sulla base di contenuti personali come ad esempio le parole chiave ed espressioni. Inoltre i filtri personalizzati possono essere creati in base alla percentuale di presenza nel traffico di determinate espressione o dati. In aggiunta possono essere inseriti nei filtri particolari estensioni di file al fine di attuare blocco preventivo dei dati (ad esempio: .dat, .exe)

– Domain & URL Whitelisting / File Whitelisting
Questa funzione permette di applicare una strategia aziendale consentendo ai dipendenti l’accesso a determinati siti o mail-service di cui hanno bisogno per fare il loro lavoro.

– Disable Print Screen/Clipboard Monitoring
Tali funzioni permettono di disabilitare stampa e copia del contenuto di schermo oppure le funzioni Copy & Paste / Cut & Paste

– Reports and Analysis
Permette di monitorare l’attività relativa a trasferimenti di file mediante il reporting e analisi dei dati.

– Dashboard and Graphics
Fornisce una panoramica rapida sugli eventi e le statistiche più importanti.

– File Tracing
Questa funzione permette di registrare tutti i trasferimenti di file fornendo una visione chiara sulle azioni degli utenti.

– File Shadowing
Questa funzione permette di salvare una copia dei file che sono stati trasferiti mediante dispositivi controllati, e-mail, cloud storage o altre applicazioni.

– Offline Temporary Password
Questa funzione consente il trasferimento di file a computer temporaneamente scollegati dalla rete.

– Create E-mail Alerts
consente di generare avvisi e-mail predefiniti e personalizzati circa i più importanti trasferimenti di file riservati.

– DLP for Printers
Permette di realizzare regole di funzionamento per le stampanti locali e di rete bloccando la stampa di documenti riservati prevenendo la perdita o il furto cartaceo di dati classificati.

– HIPAA Content Aware Policies
Consente una scansione approfondita del contenuto dei file

– DLP for Thin Clients
Questa funzionalità è dedicata alla protezione dei dati custoditi sui server terminal, prevenendo la perdita dei dati in ambienti thin client.