Le peculiarità dell’illuminazione a Led

LED: Light Emitting Diode

Negli ultimi anni questo termine ha trovato sempre più larga diffusione. Si riferisce a un sistema di illuminazione che sfrutta la capacità di alcuni materiali di condurre energia sotto forma di luce. Il diodo è un elemento elettronico costituito da due poli, in cui la corrente passa solo in un verso e si blocca in senso contrario.

Ha la capacità di produrre un fotone tanto più luminoso quanto maggiore è la corrente che in esso circola. Il limite minimo di corrente è di 4 mA come nel caso delle spie luminose. Per una luminosità media sono necessari almeno 15 mA. Per avere una buon impiego nel settore dell’illuminotecnica con alta luminosità la corrente deve essere di 20-25 mA.

illuminazione a led

Caratteristiche dei LED

I LED possono essere a luce continua o discontinua, cioè intermittente in relazione all’uso che se ne vuole fare. La luce da loro emessa dipende dallo sfruttamento a cui è soggetto. Se si vuole sfruttare il LED al 100% si avrà uno spettro più luminoso rispetto ad un uso ridotto. Il colore della luce dipende dal materiale utilizzato per la sua realizzazione. Un esempio può essere dato dall’uso di Al+Ga+As con cui si produrrà luce rossa o infrarossa. Se utilizza il silicio la luce sarà blu. Le combinazioni degli elementi variano in funzione della luce che vogliamo creare, potete acquistare i led dal sito: http://Led-Discounts.it//.

Nuova frontiera in campo di risparmio energetico

I primi LED non esaltavano per la loro efficacia nell’illuminazione. Essi venivano utilizzati solo in due colori, per indicare lo stato di un dispositivo. Il rosso quando si doveva indicare che l’apparecchio era spento, il verde quando era acceso. I telecomandi avevano un led che indicava il funzionamento dei tasti appena venivano premuti. Il loro impiego era molto limitato. In seguito, si è studiato il modo di sfruttare molto più proficuamente il sistema del loro funzionamento.

Le lampadine tradizionali davano luce gialla ed erano soggette ad un continuo moto di accensione/spegnimento che pregiudicava parecchio la loro durata. Per ovviare a questo nell’illuminazione Led si sono inventate le lampade fluorescenti compatte, dette anche a basso consumo. Queste ultime hanno lo svantaggio di utilizzare il mercurio che è altamente nocivo alla salute umana. Il LED, anche se ha un costo inizialmente elevato, presenta notevoli vantaggi in termini di risparmio energetico.

Qualche dato sul vantaggio di utilizzo

Il consumo di una lampadina tradizionale è di 60 w mentre nel LED si riduce a 6 w con una durata della prima di circa 5.000 ore ad arrivare a 50.000 ore con il secondo. Il colore giallo con la relativa emissione di calore è soppiantato dai colori del LED praticamente a freddo. Il costo di questa nuova tecnologia può apparire elevato, ma se visto con un ottica di durabilità/efficienza/risparmio energetico allora siamo veramente nel futuro.

Facendo un rapido bilancio tra vantaggi e svantaggi si può notare come i primi abbiano la meglio. Bisogna adattarsi a questo nuovo sistema di illuminazione Led che porterà miglioramenti alla nostra vita. Illumineremo al meglio le case, gli uffici e i negozi con un basso impatto sull’ambiente. Le aziende inventano stili e design per rendere l’illuminazione LED facilmente adattabile ad ogni situazione. Infatti, una delle caratteristiche è quello di poter istallare facilmente il punto luce. Infine, con pochi gesti preserveremo le risorse non rinnovabili per un tempo più lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *